Immergetevi in un luogo Incantato...

Curiosità

  • Articolo "la Voce di Mantova"Articolo
  • Il Bevr'in Vin - Dal dialetto Mantovano "Bere nel Vino"È una minestra che costituisce l'aperitivo e l'antipasto tipico della cucina mantovana. Secondo la tradizione della terra gonzaghesca, i pasti devono essere preceduti dal "bevr'in vin", sempre servito in una scodella. Il "bevr'in vin" viene composto da un mestolo di brodo di carne bollente, contenente alcuni agnoli o cappelletti. La temperatura verrà diminuita dal commensale aggiungendo mezzo bicchiere di vino rosso, solitamente lambrusco. Tale operazione vinene anche definita "angàr i caplèt in d'l'acqua scüra", ovvero "annegare i cappelletti nell'acqua scura".
    Nei ristoranti, per favorire la comprensibilità dei menù ai turisti, questa versione del "bevr'in vin" viene spesso denominata Sorbir d'agnoli o Sorbir di cappelletti. La quantità e la tipologia di vino utilizzata è a discrezione del commensale, così come l'aggiunta o meno di formaggio grana grattuggiato. È antica credenza popolare che questo tipo di aperitivo-antipasto costituisca una sorta d'elisir di lunga vita e, a tale riguardo, un antichissimo mantovano, tutt'ora molto in uso, recita: "Al bevr'in vin l'è la salüt ad l'omm", ovvero "Il bere nel vino è la salute dell'uomo".
  • La Sbrisolona - Simbolo della pasticceria MantovanaÈ una torta dura e deve il nome alla sua friabilità, le brise (briciole) grandi e piccole che si formano quando viene spezzata per fare le porzioni.
    La sbrisolona è fatta con farina gialla e bianca e zucchero in parti uguali, ragione per cui in passato era detta anche "torta delle tre tazze".
    La ricetta risale a prima del '600 quando pare arrivò anche alla corte dei Gonzaga.
  • Il Parmigiano Reggiano - Il Formaggio più buono al mondoAbbiamo scelto di servirvi Parmigiano Reggiano per 2 motivi:
    1) Perché fisicamente, anche se di poco, apparteniamo alla zona del Parmigiano Reggiano (il nostro ristorante è sulla sponda destra del Po);
    2) Perché riteniamo che sia il formaggio più buono del mondo.
    Il Parmigiano-Reggiano ha un legame imprescindibile con la sua zona di origine. Nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna alla sinistra del fiume Reno e Mantova alla destra del fiume Po avviene sia la produzione del latte sia la trasformazione in formaggio. In questa zona,
    dai foraggi naturali e dall'uso di latte crudo, senza l'aggiunta di additivo, ha origine il segreto di tanta bontà. Infatti, durante la lunga stagionatura, i fermenti naturali del latte, donano al formaggio le caratteristiche di gusto e struttura, in altri termini di tipicità.